Scrittori che leggono: Juls SK Vernet e Daniela Barisone – parte 1

Scrittori che leggono è una rubrica mensile in cui autori poco conosciuti ripercorrono le loro letture. Dieci domande per scoprire i loro percorsi di lettori, dieci domande per scoprire chi c’è dietro l’autore e che cosa ne ha formato la sensibilità. In questo episodio, conosciamo meglio Juls SK Vernet e Daniela Barisone: ecco la prima parte dell’intervista, dedicata a Daniela!

Chi è Daniela Barisone

Daniela si descrive così:

determinata, sincera, pigra, depressa, gattara, tenace, fantasiosa, aggressiva, artistica, resiliente.

Il suo ultimo lavoro è L’Agenzia – Milano, scritto a quattro mani con Juls SK Vernet (che conosceremo meglio nella seconda parte). È un’autrice prolifica: qui trovi tutta la sua produzione. Inoltre è una illustratrice e fumettista indipendente. Un trivia è che tutte le copertine di Lux Lab, così come le illustrazioni interne, sono realizzate da lei.

Ma passiamo alle dieci domande per conoscere Daniela come lettrice!

Daniela Barisone: lettrice

Cominciamo subito con il botto: il primo libro che ricordi e il primo libro a segnare davvero la tua “carriera” di lettrice.
Il primo libro di narrativa che mi ricordo in assoluto è La lunga marcia di Stephen King che lessi intorno ai 9/10 anni quando mio padre mi portò a fare la tessera della biblioteca. Fui il primo libro che scelsi, non ho idea del perché.

Il primo libro a segnarmi come scrittore fu Intervista col vampiro di Anne Rice.

Ci sono libri che fanno ridere, libri che fanno piangere e libri che fanno paura: qual è il primo libro che ti viene in mente per ognuna delle 3 categorie?
Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac, la cui pungente ironia non mi ha mai abbandonata. Sbramami di Claudia Porta. Carrie di Stephen King.

Non sempre film e libri vanno d’accordo, ma in confidenza puoi dircelo: hai mai pensato: “questo film è venuto proprio bene!”? Se sì, con che libro?
Non è un libro, ma un fumetto: Watchmen.

Parliamo di personaggi: il più amato, il più odiato, il personaggio bambino che avresti voluto essere.
Non ho un amore “costante”, ma direi come amato Key Scarpetta di Patricia Cornwell perché ho letto quasi tutti i suoi romanzi che la vedevano protagonista. Il più odiato non saprei, quindi passo. Il personaggio bambino è facile: Hermione Granger da Harry Potter.

È il momento dell’amore! La coppia più indimenticabile di cui tu abbia mai letto?
Jane Eyre e il signor Rochester.

Ognuno di noi ha una sorta di libro-guida, quello a cui si torna quando le cose si fanno difficili, quello da cui traiamo forza e coraggio. Qual è il tuo?
Per anni è stato Harry Potter, ma diverse fanfiction hanno assolto questo difficile compito.

Chi è l’autore o l’autrice che più di chiunque altro definiresti la tua fonte di ispirazione?
Come scrittore Stephen King: non perché ami particolarmente i suoi romanzi, ma perché mi ha sempre dato l’idea dello scrittore artigiano che scrive per lavorare e non per “l’arte”..

Ci parli un po’ del libro che più ti ha segnato come scrittrice?
Intervista col vampiro segnò sia me che la mia compagna di banco darkettona in prima superiore. Era il periodo in cui leggevo letteralmente qualsiasi cosa, ma sappiamo tutti che effetto può fare un libro di vampiri nella fase metal di una ragazzina. Provammo persino a scrivere improbabili racconti, complice il fatto che giocavamo di ruolo a “Vampiri – La Masquerade”. Per anni mi sono portata dietro questa cosa e poi finalmente ho perso interesse per i vampiri quando conobbi Harry Potter.

Immaginati in Fahrenheit 451, immagina di dover memorizzare un libro, uno solo, per salvarlo dall’oblio. Quale sceglieresti? E perché?
Il nome della rosa di Umberto Eco, perché è il mio libro preferito e quello che vorrei essere in grado di scrivere.

Lasciamoci con una citazione, ti va?

Definizione di pompelmo: un limone cui si è presentata un’occasione e ha saputo approfittarne.

– Oscar Wilde

Daniela Barisone: scrittrice

I titoli di Daniela che potrebbero interessarti:

E puoi seguirla qui:


Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.