Genre: Classici

Le notti bianche, di Fëdor Dostoevskij

Le notti bianche, di Fëdor Dostoevskij

Un racconto lungo o un romanzo breve, un’opera giovanile di Dostoevskij, molti diversa nell’ambientazione rispetto ad altre sue opere.
Il protagonista, di cui non si conosce il nome, è un ragazzo-sognatore, vissuto al di fuori della realtà per tutta la sua vita, che vaga per una Pietroburgo deserta e quasi desolante, abbandonata da tutti i suoi abitanti che trascorrono le vacanze in campagna.…
[ Continua a leggere! ]

Cent’anni di solitudine, di Gabriel García Márquez

Cent'anni di solitudine, di Gabriel García Márquez

Questo libro viene considerato come quello che consentì al suo autore di vincere il premio Nobel. E non a torto. E’ un romanzo quasi sconvolgente, pur nella sua apparente semplicità e ripetitività. Anzi, soprattutto per la ripetitività.
La storia si svolge nell’immaginario villaggio di Macondo, un luogo isolato e fuori dalla “storia dei popoli” e racconta le vicende della famiglia del fondatore del villaggio, Jose Arcadìo Buendìa, in un arco di cento anni.…
[ Continua a leggere! ]

Lady Chatterley’s Lover, di D. H. Lawrence

Lady Chatterley's lover, di D. H. Lawrence

Chi non conosce i problemi con la censura di Lawrence in generale e di questo romanzo in particolare, pubblicato per intero solo negli anni ’60?
Sfatiamo il mito delle scene di sesso, tanto per iniziare: è vero che ci sono, ma sono iscritte in un percorso diverso della protagonista, più ampio, volto a riscoprire la se stessa soffocata dal matrimonio con un uomo tornato dalla guerra paralizzato.…
[ Continua a leggere! ]

Le relazioni pericolose, di Pierre Choderlos de Laclos

Le relazioni pericolose, di Pierre Choderlos de Laclos

“Ma Valmont non è di questa razza: la sua condotta è il risultato delle sue idee innate. Sa calcolare tutti gli orrori che un uomo può concedersi senza compromettersi e, per esercitare la sua crudeltà senza rischi, ha scelto come vittime le donne.”
Romanzo epistolare che, ai tempi, fu considerato scandaloso tanto da creare problemi al suo autore, Le relazioni pericolose narra, attraverso una serie di lettere di diversi personaggi, accuratamente ordinate, gli intrighi di due personaggi piuttosto libertini per sedurre una virtuosa signora sposata l’uno e una ragazzina appena uscita da un convento per sposarsi.…
[ Continua a leggere! ]

Lettera sulla tolleranza, di John Locke

Lettera sulla tolleranza, di John Locke

Credo che i classici del pensiero, come appunto la Lettera sulla tolleranza di Locke, abbiano la capacità di sembrare attualissimi nonostante siano stati scritti secoli prima. Leggere oggi questa epistola e le riflessioni in essa contenute fa pensare al dibattito sulla tolleranza (in particolare quella religiosa) e alla separazione tra Chiesa (qualunque Chiesa sia) e Stato.…
[ Continua a leggere! ]

Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio, di Lewis Carroll

Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio magico, di Lewis Carroll

Ultimamente sto rileggendo diversi classici del fantasy: tra le mie letture più recenti, Alice nel Paese delle Meraviglie e Attraverso lo Specchio, di Lewis Carroll.
La trama di entrambi i romanzi è celeberrima, anche perché (oltre a trattarsi di testi scolastici) è stata citata e ripresa in diversi altri libri, cartoni animati, film, fumetti, persino videogiochi.…
[ Continua a leggere! ]

La morte a Venezia, di Thomas Mann

La morte a Venezia, di Thomas Mann

La morte a Venezia, brevissimo romanzo di Thomas Mann, pubblicato nel 1912, è una delle sue opere più conosciute, grazie anche alla trasposizione cinematografica di Luchino Visconti.
È un romanzo sull’arte e sulle contrapposizioni che scaturiscono da essa. L’arte può essere sia decadenza che prosperità, sia dolore che gioia, sia solitudine che compagnia.…
[ Continua a leggere! ]

Pigmalione, di George Bernard Shaw

Pigmalione, di George Bernard Shaw

Pigmalione è, ancora oggi, una delle commedie più rappresentate, divenuta famosissima anche per le trasposizioni cinematografiche (soprattutto il musical My Fair Lady e il film con Audrey Hepburn), ma, ad una lettura un po’ superficiale può apparire un po’ “datata” per il teatro moderno.…
[ Continua a leggere! ]