Il buio oltre la siepe, di Harper Lee

Dovevo scrivere questa recensione proprio il giorno della morte di Harper Lee; lo avevo programmato ormai da un mese, in verità. Ma non mi è parso giusto pubblicarla proprio quel giorno, mi sembrava fuori luogo e di cattivo gusto. Nulla di ciò che sto per dirvi sul libro cambia rispetto a ciò che vi avrei detto prima; voglio solo aggiungere, ora che la sua autrice ci ha lasciati, che un grazie per lo stupendo romanzo che ci ha regalato è d’obbligo.…
[ Continua a leggere! ]

I capolavori di Sylvia Plath

Trovo sempre particolarmente intensa la lettura degli scritti di qualcuno che è morto suicida. E questo è valso anche per Sylvia Plath, anzi: forse nel suo caso è stato anche più intenso, proprio per quanto c’è di autobiografico (e quindi, per certi versi, di davvero sentito) nelle opere che sono raccolte nel volume I capolavori di Sylvia Plath.…
[ Continua a leggere! ]

La bambina che salvava i libri, di Markus Zusak

La bambina che salvava i libri (ripubblicato di recente con il titolo Storia di una ladra di libri) è uno di quei romanzi che si possono definire difficili, intensi, coinvolgenti, e non solo per ciò che raccontano – la vicenda è ambientata nella Germania nazista, prima e durante la seconda guerra mondiale – ma soprattutto per come lo raccontano.…
[ Continua a leggere! ]