Diario di scuola, di Daniel Pennac

Premessa: io adoro Pennac. Me ne sono innamorata fin dai tempi di Come un romanzo e l’amore persiste tuttora. E credo proprio che anche Diario di scuola avrà lo stesso successo, perchè non è una storia, non è un romanzo, non c’è una trama: è appunto un diario senza date, in cui il passato da somaro si fonde col presente di romanziere famoso e insegnante che va a cercare i somari e tirarli fuori dalla “discarica di Gibuti”.…
[ Continua a leggere! ]

Novelle orientali, di Marguerite Yourcenar

L’Oriente fa da sfondo a queste novelle della Yourcenar, tutte bellissime, tutte godibilissime, tutte che parlano di mondi lontani e che te li fanno sentire così vicini. Un Oriente vasto, che tocca l’India, i Balcani, il Giappone, la Grecia. Le storie sono piuttosto brevi (il libro conta poco più di 130 pagine), ma sono in grado di immergere il lettore in un mondo così vivido che ti sembra di sentirtelo intorno.…
[ Continua a leggere! ]

Invasione: anno zero, di Harry Turtledove

Invasione anno zero è il primo di una quadrilogia, denominata, ciclo d’invasione. Un brillante affresco di storia alternativa, dove si mescolano avventura e irrealtà; passando da assurde alleanze in un periodo nero del genere umano, fino all’accellerazione delle scoperte scientifiche. La vicenda inizia nel 1941: siamo in un momento cruciale della seconda guerra mondiale, che stà incendiando la terra, con il susseguirsi di vicende storiche conosciute: si passa dall’occupazione dei nazisti di Parigi all’attacco giapponese su Pearl Habor, dall’assedio di Leningrado alla battaglia di Midway.…
[ Continua a leggere! ]

In una lontana città, di Jiro Taniguchi

Crisi di mezz’età: tutti noi abbiamo sentito questa espressione, e sappiamo cosa significa. Ma per provarla davvero bisogna aspettare di essere maturi abbastanza da sentire il peso degli anni. Come Hiroshi Nakahara, un uomo normale come tanti ce ne sono in Giappone: un lavoro stabile, una famiglia, un’esistenza priva di sussulti.…
[ Continua a leggere! ]