Il sorriso dell’ignoto marinaio, di Vincenzo Consolo

Sulla copertina de Il sorriso dell’ignoto marinaio campeggia l’omonimo “Ritratto d’ignoto marinaio” di Antonello da Messina, certamente non famoso quanto la Gioconda di Leonardo ma dotato di un sorriso altrettanto ironico ed enigmatico. Le vicende del romanzo prendono inizio proprio dal viaggio in nave di Enrico Pirajno, Barone di Mandralisca dopo la scoperta del prezioso nella bottega di uno speziale a Lipari; come si può leggere nella finale “Nota dell’autore, vent’anni dopo” è questo un episodio realmente accaduto che, insieme ad altre considerazioni storiche e personali hanno spinto Consolo alla stesura di questo testo: dopo la pubblicazione di un primo romanzo, notato da Sciascia ma snobbato dai critici del tempo, lo scrittore siciliano, seguendo l’esempio di maestri come Verga, si trasferì a Milano, dove si trovò invischiato nel dibattito politico e nelle rivolte sessantottine.…
[ Continua a leggere! ]

Candace Robb

Di seguito inserisco la lista, da leggersi in questo ordine, delle “saghe” di Candace Robb.
I dati sono stati tratti dal sito ufficiale della scrittrice, dalla sua pagina Wikipedia sia italiana che inglese e dai testi stessi: nell’edizione economica Piemme, infatti, viene indicato sul lato il numero del volume all’interno della saga.…
[ Continua a leggere! ]

Sogni di Bunker Hill, John Fante

"Sogni di Bunker Hill" è l’ultimo romanzo di John Fante, che, secondo quanto si racconta, lo stesso dettò alla moglie, Joyce Smart, sul letto di morte. E’ anche il quarto e ultimo libro del ciclo autobiografico incentrato sul personaggio di Arturo Bandini e ambientato nella Hollywood degli anni ’30 e ’40. 

La narrazione ruota attorno alla quotidianità di Arturo Bandini, neo scrittore, emigrato ad Hollywood alla ricerca di fama e denaro.…
[ Continua a leggere! ]