Gutenberg, di Guy Bechtel

Quando si vuole scrivere una biografia su Gutenberg, bisogna fare molta attenzione per vari motivi. In linea di principio perché Gutenberg è “Colui che ha inventato il libro a stampa”; è stato considerato “L’uomo che ha dato inizio alla cultura moderna” ed è stato ritenuto l’uomo del millennio per le sue scoperte.…
[ Continua a leggere! ]

The Beatles Box – John Lennon Paul McCartney George Harrison Ringo Starr, di Alan Clayson

Dei mitici “Fab Four” si sa tutto e niente. Quel che è certo è che risulterebbe un’impresa titanica scovare anche solo un adolescente occidentale del nostro tempo che non abbia ascoltato almeno una volta una loro canzone. Dalla pubblicità che ci annuncia “Here Comes the Sun” per una compagnia di assicurazione, al cinema che con “Across the Universe” di Julie Taymor ci continua a ripetere “All You Need Is Love”, sembra che la Beatlemania sia tutt’oggi più viva che mai.…
[ Continua a leggere! ]

La Cantatrice Calva, Eugène Ionesco

Tra gli anni ’40 e ’60, si sviluppa un particolare genere teatrale che sarà definito Teatro dell’assurdo o Nuovo Teatro, i cui esponenti principali sono Artur Adamov, Samuel Beckett e Eugène Ionesco.
"La Cantatrice Calva", prima opera di Ionesco, datata 1950, è, insieme a La grande e la piccola manovra (1950) di Adamov e Aspettando Godot (1952) di Beckett uno dei principali testi del Nuovo Teatro.…
[ Continua a leggere! ]

L’utopia, Tommaso Moro

Un classico della filosofia. E come tale è difficile parlarne, perchè i classici hanno sempre questo alone di "intoccabilità" intorno: per la fama, per l’importanza, per il ruolo culturale che hanno avuto.
Io spero di non attirarmi insulti e lanci di oggetti vari dicendo che questo testo è piuttosto noioso, e nonostante porti idee buonissime ed interessanti su cui riflettere, lo stile con cui vengono narrate non invoglia molto alla lettura.…
[ Continua a leggere! ]