Recensione: La ragazza della porta accanto, di Jack Ketchum

Copertina di La ragazza della porta accanto di Jack KetchumDifficile raccontare qualcosa di questo libro senza anticipare cose importanti. Il risvolto di copertina svela già troppo di un libro che nel crescere del suo ritmo fa punto di forza. Cercando di non rovinare la lettura a chi volesse affrontare questo vecchio romanzo di Dallas Mayr, di cui Jack Ketchum è pseudonimo, quello che posso raccontarvi è che la trama parla di un ragazzino di 12 anni, David, e della sua lenta discesa in un piccolo inferno.

Lo stile di scrittura è poco ispirato e le descrizioni sono relegate all’essenziale, al punto che gli amichetti di Daniel, talvolta, si confondono l’uno nell’altro e l’ambientazione anni ’50 è solo accennata, più per giustificare una certa rigidità di rapporti padre/figlio che per altro. Personaggi confusi e ambientazione pretestuosa? Male, molto male. C’è però una domanda che trascina il lettore (o almeno ha trascinato questo lettore) verso la conclusione del romanzo, pagina dopo pagina: fino a che punto si spingerà Ketchum/Mayr?
Il libro parte piano, descrive una situazione bucolica, poi iniziano a succedere piccole cose alle quali normalmente non si darebbe peso, poi le piccole cose si accumulano, poi diventano una cosa grande, poi diventano molte cose gtrandi, poi diventa qualcos’altro e l’inferno ha inizio.
Questo meccanismo del “poi…” funziona bene e la progressione è calibrata al millimetro per non risultare né troppo lenta, spezzando il ritmo e portando noia, né troppo rapida, togliendo il gusto perverso di stare a guardare l’orrore.
Il tutto è accentuato dalla figura e dal ruolo del protagonista, osservatore passivo, testimone muto di un orrore che avrebbe potuto fermare con facilità.
Fin dove si spingerà l’autore? Fino a quale perversione? Quale tabù sceglierà di non infrangere? Quando David, e noi di conseguenza, volgerà lo sguardo lasciando che il dolore superi il piacere? Siate pronti però, perché questo è un libro perverso, volgare, sporco, a tratti pornografico (anche se di sesso praticamente non si parla) e il gusto della sua lettura è un gusto sadico e un po’ colpevole. E’ un libro per tutti quelli che quando passano di fianco ad un incidente in autostrada non possono fare a meno di guardare.

Giudizi
Trama:Rating: ★★★★★☆☆☆☆☆
Personaggi:Rating: ★★★★★★★☆☆☆
Stile:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Generale:Overall Rating: ★★★★★★½☆☆☆

Info utili
Titolo e autore originale: The Girl Next Door, Jack Ketchum Titolo e traduttore italiano: La ragazza della porta accanto, Linda De Luca Collana, editore e anno: Gargoyle Books, 2009 ISBN o ISSN: 9788889541371

Acquista ora

Acquista su Amazon

Film
La ragazza della porta accanto, 2007

Link di approfondimento
La pagina dedicata a Jack Ketchum sulla Wikipedia inglese
La pagina dedicata a La ragazza della porta accanto sulla Wikipedia inglese
La pagina dedicata al film de La ragazza della porta accanto sulla Wikipedia inglese
Sito ufficiale del film de La ragazza della porta accanto
Sito ufficiale di Jack Ketchum
La mappa letteraria di Jack Ketchum su Gnod


Commenta