Una questione d’onore, di Arturo Pérez-Reverte

Una questione d’onore è un romanzo talmente breve (o, se vogliamo, un racconto lungo) che, a recensirlo con un qualche dettaglio, si corre il rischio di superarlo in durata. La copertina recita: “Cenerentola e il camionista”, e le coscette che s’arrampicano sul sedile, strette negli shorts blu, offrono un’idea visiva qualora ce ne fosse bisogno.
Siamo ben lontani, qui, dagli intrighi storici, i misteri polizieschi o esoterici e le riflessioni appassionate cui Pérez-Reverte ci ha abituato con i suoi romanzi più di successo quali Il Club Dumas, La tavola fiamminga o la serie del Capitano Alatriste. Restano invece una certa franchezza di espressione, pure rudezza, che qui è miscelata e temperata dall’umorismo d’un camionista che, fresco di galera, si ritrova impegolato suo malgrado in un’altra brutta faccenda – che eviterebbe volentieri, fosse per lui – a causa naturalmente di una donna, e della quale faccenda non riesce a non cogliere l’amara ironia.
Ironia, onore, molto orgoglio e anche una certa dose di candore: del genere che si ritrova nelle fiabe, che appaiono di solito più innocenti di quanto in realtà siano. Il paragone con Cenerentola calza proprio in questo suo retrogusto, dalla combinazione dei due protagonisti – lei, che sogna il mare e le avventure di pirati; e lui, che sogna quel suo trocito, la donna che non ha mai conosciuto – in contrapposizione ai cattivi, le cui motivazioni sono pedissequamente terra-terra e il cui unico principio guida è forse l’onore, ma quello brutale dei bassifondi e non certo quello, praticamente cavalleresco, di cui si fa portatore suo malgrado l’eroe.
Con poco più d’un’ottantina di pagine (ed un formato veramente tascabile), Una questione d’onore è una bella storia che si legge al volo e che strappa più d’un sorriso. Arturo Pérez-Reverte, per una volta, posa la gravità del reporter di guerra ma non la fantasia del romanziere d’avventura; accorcia la lama e la nasconde in un serramanico; e confeziona una storia la cui brevità, a un tempo, è qualità distintiva eppure non manca di lasciar desiderare qualcosa di più. Ed è probabilmente giusto sia così.

Giudizi
Trama:Rating: ★★★★★★★☆☆☆
Personaggi:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Stile:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Generale:Overall Rating: ★★★★★★★½☆☆

Info utili
Titolo e autore originale: Un asunto de honor, Arturo Pérez-Reverte Titolo e traduttore italiano: Una questione d'onore, Pino Cacucci Collana, editore e anno: I Mirti, Marco Tropea Editore, 2004 ISBN o ISSN: 9788843804719

Acquista ora
Acquista su LaFeltrinelli.it a 7,50 €

Acquista su Amazon

Film
Cachito (1996)

Link di approfondimento
Pagina dedicata all’autore sulla Wikipedia italiana, inglese e spagnola
Pagina dedicata al romanzo sulla Wikipedia spagnola
Sito ufficiale dell’autore (inglese)
La mappa letteraria di Arturo Pérez-Reverte su Gnod


Commenta