Northanger Abbey, di Jane Austen

Per chi conosce e ama lo humor di Jane Austen e la sua brillante ironia, questo libro è davvero d’obbligo. Parodia insieme del romanzo gotico e del sentimentale, racconta le avventure della “eroina” Catherine; tra virgolette, sì, perchè fin dall’inizio la ragazza si presenta bruttina, poco intelligente, con poche qualità e comunque con troppo poca personalità e carisma per attirare l’attenzione.
La lunga sequenza di “avventure” della ragazza iniziano con il suo viaggio a Bath, assieme a una coppia di vicini di casa; Mrs Allen, la vicina a cui è affidata la nostra eroina, viene descritta in poche ma pregne parole: provoca stupore il fatto che un uomo possa esserne attratto fino a sposarla. La sua vanità e superficialità portano a momenti davvero divertenti in tutto il corso del romanzo. L’autrice farcisce il testo di osservazioni pungenti, di ironia, come suo solito; e i passi in cui si lamenta della sua eroina così poco eroica sono davvero spassosi, come se fosse costretta ad avere a che fare con questo personaggio, mentre altri autori possono, ad esempio, descrivere il ritorno a casa dell’eroina tra compaesani festanti e lussuose carrozze.
E poi la stessa Catherine, così attratta dai romanzi gotici, finisce, quando viene invitata dalla famiglia del ragazzo di cui si è innamorata a stare con loro per qualche tempo in una vera abbazia, per pensare di vivere davvero in un romanzo gotico, istigata anche dal suddetto ragazzo….e il divertimento nella scoperta del manoscritto è assicurato. Soprattutto quando la candela si spegne, Catherine passa una notte insonne, terrorizzata com’è, e la mattina dopo scopre che…leggetelo!
Tutto ciò insomma che costruisce il romanzo gotico -l’ambiente, i personaggi, i clichè- vengono sbeffeggiati tramite questa goffa e maldestra ragazza, che sa poco di società e deve anche destreggiarsi con un gruppo di “amici” che sembrano divertirsi a metterle il bastone tra le ruote. Anche gli altri personaggi sono divertentissimi, anche se forse peccano di essere troppo marcati in una loro specifica caratteristica: l’amica Isabella che professa tanto affetto e poi non si fa sentire; il fratello di Isabella che, nonostante Catherine rifiuti abbastanza chiaramente la sua velata proposta di matrimonio, è talmente pieno di sè che si convince di essere stato incoraggiato e non respinto; la signora Allen che sa parlare solo di vestiti. E poi, tutti i piccoli patimenti della stessa Catherine, che vengono descritti in termini apocalittici.
Insomma, davvero da leggere. Provateci e vi troverete con il sorriso sulle labbra tutto il tempo. Potrebbe essere una buona lettura estiva, leggera, piacevole, divertente…che cosa c’è di meglio da godersi sotto al sole?
Alla prossima!

Giudizi
Trama:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Personaggi:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Stile:Rating: ★★★★★★★★☆☆
Generale:Overall Rating: ★★★★★★★★☆☆

Info utili
Titolo e autore originale: Northanger Abbey, Jane Austen Collana, editore e anno: Giunti Classics, Giunti Editore 2001 ISBN o ISSN: 9788809020733

Acquista ora

Acquista su Amazon

Film
L’abbazia di Northanger Abbey, 2007 (TV)

Link di approfondimento
La pagina su Jane Austen sulla Wikipedia italiana e inglese
La pagina sul romanzo sulla Wikipedia italiana e inglese
Le pagine di Wikipedia dedicate ai film: 1986 e 2007
Le opere di Jane Austen su Progetto Gutemberg e in traduzione italiana
Sito non ufficiale su Jane Austen
Sito del Jane Austen’s House Museum a Chawton
Il sito del Jane Austen Centre a Bath
La mappa letteraria di Jane Austen su Gnod


0 comments for “Northanger Abbey, di Jane Austen

Commenta