Autore: Alessia Heartilly

Annata 1980, ho iniziato a leggere fin da piccola e da allora non mi sono più fermata. E' proprio grazie alla lettura che ho imparato ad amare anche la scrittura; prendevo carta e penna per scrivere la continuazione dei libri che mi piacevano. Dal 2001 scrivo fanfiction, le traduco, e continuo a leggere e scrivere felicemente... e spero di poterlo fare per tanto tempo ancora.

Novecento – Alessandro Baricco

Baricco lo sperimentale, l’anticonvenzionale, colui che vuole stupire il lettore: ce lo fa capire subito nell’introduzione a questo libretto, qualcosa che non sa neppure lui cosa sia benché il sottotitolo sia esplicito del contenuto. Un monologo; e qui abbiamo proprio un monologo scritto per essere recitato in teatro con tanto di suggerimenti scenici (scarni, ad essere onesti) e una lingua espressiva che ben si adatta a essere impersonata da un attore.…
[ Continua a leggere! ]

Io & Marley, di John Grogan

Se non amate i cani, non leggete questo libro. Se li amate, leggetelo e preparatevi a ridere, e piangere, e dirvi molto spesso che comprendete l’autore.
La storia è molto semplice: l’autore e sua moglie decidono di prendere un cane perchè hanno intenzione di avere un figlio, e vogliono far pratica su come prendersi cura di qualcuno.…
[ Continua a leggere! ]

Persuasione, di Jane Austen

Come vedete, sto finendo la Austen 😛
Bè, devo dire che è molto diverso dagli altri. Sarà perchè i personaggi sono più vecchi delle diciassettenni in età marito a cui ci ha abituato la Austen e hanno pensieri e credenze diverse, sarà per l’atmosfera di disillusione, di un amore che non spera più e aspetta che ciò che deve essere sia; sarà perchè si sente tutta la nostalgia di ciò che avrebbe potuto essere e invece non è stato….si possono trovare mille motivi, ma sembra che in questo romanzo, pur bello, la Austen abbia perso il suo smalto di infallibile osservatrice ironica, che con battutine pungenti sistema ogni personaggio.…
[ Continua a leggere! ]

Memorie di una geisha, di Arthur Golden

Memorie di una geisha è un libro parecchio interessante: non si tratta soltanto della storia di Sayuri, la geisha protagonista, ma anche di entrare nelle tradizioni e nei processi che stanno dietro al diventare geisha. La geisha è una figura che noi occidentali abbiamo spesso banalizzato, trasformandola in una prostituta: ma la geisha non è una prostituta, è qualcosa di molto diverso.…
[ Continua a leggere! ]

Artemis Fowl, di Eoin Colfer

Il libro di Eoin Colfer è stato definito, in varie occasioni, come l’anti-Harry Potter. Benché possa sembrare una trovata pubblicitaria, c’è sicuramente qualcosa di vero in questo: rispetto al coetaneo inglese l’irlandese Fowl ha molti punti in comune, sia per età, sia per spirito di iniziativa, sia per una situazione familiare non proprio tranquilla.…
[ Continua a leggere! ]

The scarlet letter, di Nathaniel Hawthorne

Credo che questo libro sia davvero bellissimo. Una pecca c’è nell’introduzione, in cui l’autore, con un artificio abbastanza diffuso (il manoscritto ritrovato e sistemato da chi scrive), cerca di dare autenticità alla storia; è troppo lunga e soprattutto l’autore si perde troppo nella descrizione della sua vita e di come ha ritrovato il manoscritto e la famosa lettera scarlatta.…
[ Continua a leggere! ]

Non buttiamoci giù, di Nick Hornby

31 dicembre. Un tetto di un maledettamente celebre palazzo di Londra. Quattro persone, con storie diverse, accomunati dalla volontà di chiudere l’anno e la loro vita, si incontrano. Perso il momento catartico, dopo discussioni al limite del grottesco, i quattro aspiranti suicidi decidono di scendere giù, ma dalle scale e darsi una pausa.…
[ Continua a leggere! ]